Bitcoin e criptovalute: cosa sono e come comprarli

Bitcoin e criptovalute: cosa sono e come comprarli

Definiti bitcoin e criptovalute, questa è una moneta virtuale con valuta paritaria decentralizzata e digitale che si basa sui principi della crittografia 

Bitcoin e criptovalute
Fonte: Pixabay

Bitcoin e criptovalute sono ad oggi definite come le monete del futuro, poiché il loro valore è infatti celato e criptato dietro ad un codice. Infatti, la mo

neta virtuale, va a basarsi sui principi della crittografia che tende a nascondere ogni informazione a riguardo tra cui mittente, destinatario e valore della transazione. Per un sistema definito Blockchain.

Bitcoin e criptovalute: come sono realizzate

Per quanto si possa dire “virtuali” le criptovalute sono intese come vere e proprie monete per acquistare servizi. Spesso sono utilizzate come asset per investire tramite il trading sulle piattaforme online chiamate Broker.

La loro creazione, ha come scopo quello di rendere il sistema monetario decentralizzato, e non assoggettato a banche e governi. Difatti, chi muove il valore del bitcoin sono gli stessi utenti che effettuano la loro compravendita.
Inoltre sono convertibili anche nelle valute tradizionali come Fiat, Dollari, Euro, Yen).

Caratteristiche di Bitcoin e criptovalute

Le criptovalute, tuttavia, hanno spesso molteplici caratteristiche. Come su detto si basano su una decentralizzazione dello stesso sistema monetario, evitando così di stampare denaro per controllarne il flusso. In aggiunta, proprio per controllare eventuali sbocchi, la maggior parte delle criptovalute ha un numero limitato di moneta che può essere prodotta. L’anonimato, garantisce su qualsiasi sicurezza, attraverso il Blockchain.

La moneta ha spesso un valore totale che può diversificarsi da 70 miliardi, (per la moneta Bitcoin) fino a 2 miliardi (valore della moneta Eos). Infine, la moneta virtuale, sta cominciando a diffondersi anche a livello di pagamenti. Diffondendosi anche come mezzo di pagamento nei negozi fisici o per cambiare e prelevare denaro contante. Non a caso le criptovalute sono contenuti in portafogli virtuali detti wallet.

Come funzionano i bitcoin e le criptovalute

Una volta capito in cosa consistono e tutte le loro caratteristiche, passiamo al funzionamento. Come abbiamo detto le criptovalute sono moneta virtuale che corrispondono alle voci di un database. Al momento in cui si va ad acquistare, si può spendere una cifra a propria scelta che parte da un minimo di 10 euro ad un massimo a scelta. Così si va ad acquistare una parte o microparte del bitcoin. Tali dati non possono essere cambiati se non sotto specifiche condizioni. Il loro network è fissato tramite nodi che registrano tutte le transazioni effettuate. Le transazioni contengono un codice del portafoglio del mittente, codice del ricevente e importo traslato. Dopodiché la transazione viene passata a tutti i computer.

Comperare i bitcoin richiede tuttavia, una transazione che dovrà essere anche confermata e la conferma può impiegare anche 10 minuti. Una volta conclusa, la transazione non è più modificale ed entra in ballo la blockchain, una chiave crittografata unica in grado di identificare la propria transazione che può essere utilizzata anche con altri utenti. Nel momento in cui si smarrisce o si perde tale stringa, è impossibile effettuare scambi o convertire la criptovaluta. È un po’ come quando si perde la propria carta di credito o Bancomat. T

Cosa fare con bitcoin e criptovalute

Come per le valute tradizionali, come su detto, i bitcoin vengono utilizzati per acquistare e vendere prodotti e software online. Tuttavia, le criptovalute possono essere considerate come materiali primi, come indici azionari, metalli preziosi ecc. Dunque, per sfruttarle, l’unico modo è fare trading online sui Broker.

Per scambiare le criptovalute, vendere o possedere, esistono siti di exchange dov’è possibile anche convertire in denaro reale a seconda delle proprie esigenze. Gli exchange, inoltre, dispongono del Wallet (dall’inglese portafoglio) su cui è possibile accumulare bitcoin e aspettare che il loro valore in borsa vada verso il rialzo.

Criptovalute più utilizzate

Tra le criptovalute più importanti, la più famosa è il Bitcoin, la prima vera criptovaluta, realizzata nel 2009 dal misterioso Satoshi Nakamoto. Ethereum segue la stringa e viene considerata la rivale del bitcoin. Questa consiste in un sistema che emette contratti digitali, in grado di rendere più facili i rapporti commerciali senza l’intrusione di istituzioni. Litecoin è basata sullo scambio delle criptovalute, in open source con un pagamento online istantaneo. Dash invece si basa su linguaggi open source e rete peer-to-peer.

Altra importante criptovaluta che sta scalando le classifiche è Iota, legato a Internet of Things. Tutti gli elettrodomestici che utilizzano la rete, con l’obiettivo di risultare scalabile su un web sempre più costituito da nuovi dispositivi. Naturalmente hanno quotazioni criptovalute molto diverse, che si basano sull’andamento e sulla compravendita in via di sviluppo.

Posposta: Per ulteriori informazioni vi raccomandiamo di visitare i siti che trattano di tali monete virtuali e contattare professionisti dell’argomento.

Cliccate qui: Canale Telegram di Business Economia
Disponibile ad ulteriori informazioni con picciarielloantonio@gmail.com oppure @Apiccia

4Shares