Come affrontare un colloquio di lavoro: 3 dritte da seguire

Come affrontare un colloquio di lavoro: 3 dritte da seguire

Per capire come affrontare un colloquio di lavoro, bisognerà concentrarsi anche su quello che concerne un’ottima presentazione e i documenti necessari

Fonte: Pixabay

Come affrontare un colloquio di lavoro che sta per arrivare è una delle domande che crea tantissime crisi. Il colloquio è un’ottima opportunità che, tuttavia, bisogna assolutamente sfruttare. Naturalmente bisogna sapere a cosa si va incontro, partendo dal presupposto che, ogni dettaglio, dev’essere curato al 100%. Vediamo da cosa procedere.

Da cosa iniziare per poter affrontare il colloquio

Innanzitutto dobbiamo scoprire per cosa ci stiamo offrendo di lavorare. Per quale settore e soprattutto per quale mansione. Dopodiché prepariamoci sia esteticamente per presentarci al massimo del nostro splendore. Sia con la documentazione necessaria. Ricordatevi che, ogni documentazione, dev’essere presentabile, ordinata e precisa. Utilizzate una borsa da ufficio o una cartellina per portare tutto l’occorrente. Da non dimenticare di chiedere informazioni su cosa occorre, ma naturalmente di base occorre portare il proprio curriculum vitae stampato e a colori, con le proprie esperienze ben aggiornate.

Come affrontare un colloquio in sala d’attesa

Ricordatevi di giungere al vostro colloquio possibilmente con 10 – 15 minuti d’anticipo. La puntualità è sempre apprezzata, quindi spegnete il cellulare per non fare figuracce durante il colloquio e attendete il vostro turno o il momento in cui sarete chiamate. Figuratevi solo in questo momento le possibili domande e richieste. Cosa potranno chiedervi? Sicuramente di vostre esperienze passate, settori di competenza che più preferite e quindi come vi vedete tra qualche anno. Tra le tante ricordati di immagazzinare già le prime informazioni sul luogo di lavoro, ma per cominciare ricordatevi di essere ordinati anche nel modo di sedervi o di porvi.

Come affrontare un colloquio di lavoro: l’incontro

Nel momento in cui vi chiamano per il vostro colloquio affrontare la situazione con determinazione, serietà e assoluta tranquillità. La stretta di mano decisa, garantirà un buon primo impatto. Quindi rimanete composti e le prime domande noterete come saranno effettuate molto lentamente. Il motivo? Il vostro selezionatore vi sta studiando nel modo di porvi. Evitate dalle prime domande, di sembrare agitati. È una presentazione, non vi chiederà nient’altro se non presentarvi. Ma nel momento in cui entra nello specifico, cercate ovviamente di mostrare le vostre qualità, senza mentire. Pregi soprattutto, evitando difetti oppure mostrandoli nella loro positività. “Sono molto pignolo, ma nel lavoro di contabile può essere molto importante”. Non gesticolate troppo, e guardate negli occhi la persona che vi fa le domande. Nel momento in cui vi trovate davanti a più persone, cercate di guardare tutti, soprattutto quando vi chiedono “Perché dovremmo scegliere lei?”. A questa domanda dovrete mostrarvi del tutto pronti. Preparatevi a dare una risposta lapidaria che non lasci scampo ad altre domande, ma altrettanto piena.

Come affrontare un colloquio di lavoro: il post

Non appena le domande scarseggiano, mostratevi interessati alla posizione per il quale siete stati contattati. Naturalmente cercate di essere sempre molto generici. Niente domande come: “Quando mi assumerete”. Ma ad esempio: “Cosa cercate voi dal vostro candidato?” oppure cercate di capire ulteriori domande sull’azienda e di cosa tratta. Un punto a favore può essere molto ponderato quando vi siete già informati sull’azienda o società per cui effettuate un colloquio. Nel momento in cui il selezionatore vi parlerà dell’impiego, voi sarete già a conoscenza di alcuni dettagli. Nel momento in cui il colloquio volge al termine, salutate con una calorosa stretta di mano e lasciate la sala. L’assunzione può avvenire e richiedere tempo, ma dopo una settimana è bene chiamare e contattare al fine di ottenere nuove informazioni. Mostrandovi ancora interessati e quindi pronti per capire come affrontare un colloquio di lavoro di approfondimento.

Posposta: Questo articolo ha scopo puramente informativo. Per informazioni più precise e accurate, rivolgetevi presso il vostro Caf di fiducia, patronato o sede di Inps e Agenzia delle Entrate più vicina.

Cliccate qui: Canale Telegram di Business Economia
Disponibile ad ulteriori informazioni con picciarielloantonio@gmail.com oppure @Apiccia

1Shares