Come diventare autista privato: da dove cominciare

Come diventare autista privato: da dove cominciare

Come diventare autista privato? Quali doti deve avere? In cosa concerne il lavoro dell’autista e quanto guadagna?

Come diventare autista privato
Fonte: Pixabay

Come diventare autista privato è una delle domande che si pone chi vuole avvicinarsi al mondo del privato e soprattutto di scorta. Difatti, l’autista privato, è in grado di lavorare per diverse categorie: dai personaggi famosi, alle famiglie, ai vip, oppure spettacolo e quant’altro. l’autista privato è un lavoro che permette di entrare in contatto con le realtà diverse tra loro. Ma soprattutto, per diventare un autista privato occorrerà avere alcune doti che possano far sentire i clienti al sicuro e a proprio agio.

Come diventare autista privato: caratteristiche (e basilari)

Ogni autista privato che si rispetti deve avere delle qualità che ispirino fiducia e credibilità. Solitamente, ogni autista privato, non deve avere solo la patente B, bensì scegliere di integrare assieme alla propria patente la patente B 96 o Be. Non solo, a livello di caratteristiche un buon autista ha dalla sua la serietà, la credibilità, professionalità, riservatezza e discrezione, capace di ispirare fiducia nel cliente e soprattutto delle doti comunicative poco altalenanti ma che vadano di pari passo con le doti del cliente. La disponibilità è poi uno dei punti importanti: rinunciare alle festività per lavorare può essere limitativo ma è una delle qualità che spicca di più.

Come diventare autista privato: la Camera di Commercio

Naturalmente, per avere tutte queste qualità, soprattutto per quello che concerne la professionalità, occorre lavorarci su assieme alla propria carriera. Per diventare autista privato non occorrono corsi di laurea o titoli di studio ben precisi, ma è necessario seguire un’abilitazione presso la Camera di Commercio. Qui ci si potrà subito iscrivere al ruolo dei conducenti dei veicoli adibiti ai servizi pubblici non di linea. Per iscriversi basterà sostenere un esame orale con un esaminatore. Dopodiché bisognerà versare 94 euro (14 di marca da bollo, 80 di segreteria).

Come diventare autista privato: la carriera

La carriera si baserà sui lavori che riuscirete a portare avanti, senza dare nell’occhio. Naturalmente potrebbero volerci anni, ma se riuscirete a fare bene il vostro lavoro potrebbero esserci gratifiche e upgrade. Naturalmente, starà solo alla camera e al comune passarvi la clientela che scorterete. Eppure potrete anche cercare di essere più indipendenti portando il vostro curriculum e la vostra disponibilità presso agenzie d’eventi, o meglio managing di musica o spettacolo. Così, potrete cercare di fare una nuova carriera a prescindere dal Comune e riuscirete anche a farvi un nome.

Come diventare autista privato: la paga

Come per qualsiasi professione, anche questa attività non bisogna improvvisarla. Anzi ci vuole tempo per imparare al meglio il mestiere, cercando di fare molta esperienza. E, ovviamente, come per qualsiasi lavoro, fare l’autista non vi permetterà d’avere uno stipendio consistente fin dall’inizio. Ma piuttosto bisogna, come in tutte le escalation, avere pazienza, essere determinato, senza mai perdere la speranza. In linea di massima lo stipendio può essere attorno ai 1500 euro, ma la cifra può variare anche in modo consistente, in base alla presenza di diversi fattori. Naturalmente sta a voi cercare di migliorarvi nel lavoro e soprattutto cercare il meglio per le vostre economie.

Posposta: Il nostro articolo è puramente a scopo informativo. Per avere informazioni più dettagliate chiedete consiglio presso la Camera di Commercio della vostra zona.

Cliccate qui: Canale Telegram di Business Economia Disponibile ad ulteriori informazioni con picciarielloantonio@gmail.com oppure @Apiccia

1Shares