Come diventare doppiatore: laurea oppure no?

Come diventare doppiatore: laurea oppure no?

Per diventare doppiatore non serve solo la laurea, ma il doppiatore deve anche avere dalla sua esperienza e passione

Come diventare doppiatore
Fonte: Pixabay

Diventare un doppiatore è un lavoro che offre tantissime possibilità di inserimento soprattutto a chi cerca una strada che sia un’alternativa alla classica recitazione. Il doppiatore, come un attore, deve mantenere delle determinate caratteristiche che devono essere perfezionate giornalmente anche con studio e pratica. A partire dall’analisi del ruolo, bisognerà inquadrare al meglio la formazione dapprima, inquadrando poi le opportunità lavorative.

Come diventare doppiatore: da dove cominciare

Chi non conosce il lavoro del doppiatore: si occupa del doppiaggio, quindi sovrapporre le voci dei protagonisti in video di film, serie tv, anche video musicali ecc. C’è chi, si ferma a questo e non capisce quanto il lavoro del doppiatore è molto importante anche per “salvare” film dal doppiaggio poco valorizzato. Per esigenze di copione, ad esempio, il doppiatore viene consultato per migliorare la fonetica dell’audio, prediligendo così anche la sua recitazione. Ergo, per iniziare a diventare un doppiatore, è necessario fare corsi di recitazione per imparare a recitare. La recitazione, infatti, è una delle talentuosità da manifestare per la professione del doppiatore, che poi andrà ad avvicinarsi anche a corsi di doppiaggio.

Come diventare doppiatore con i corsi di doppiaggio

Sebbene la base per diventare doppiatore siano i corsi di doppiaggio, che porteranno il talentuoso doppiatore ad avere anche le competenze tecniche, servirà un modo per migliorare la propria dizione. Spesso, i migliori corsi di doppiaggio qualificati, danno anche corsi di dizione, inflessioni dialettali, capire come comunicare e quindi stage. Tuttavia, nel caso, servirà frequentare soprattutto i corsi teatrali, dove la dizione va di pari passo con la comunicazione da sala. Infatti, è altrettanto importante capire come arrivare al cuore degli spettatori, riuscendo a capire anche il tono giusto per il doppiaggio. Questo dettaglio va studiato di pari passo con il corso professionale.

Come diventare doppiatore: la laurea

Naturalmente completa il percorso una laurea che integri nel percorso come ad esempio scienze dello spettacolo. In molte sono anche le scuole che mirano a formare nuovi attori, già catalogate e ufficiali per chi vuole lavorare nel mondo del cinema. Spesso, tali corsi possono variare di durata: dai 2 ai 3 anni quelli professionali, 6-7 mesi quelli meno redditizi. Naturalmente, per ogni corso, viene rilasciato un attestato e in più viene effettuato uno stage in cui è possibile vedere diversi turni di doppiaggio e imparare dai professionisti.

Come diventare doppiatore: la carriera

Una volta pensato alla totalità del proprio percorso, bisognerà cominciare a cercare impiego. A partire dai piccoli centri di video e quant’altro, fino anche a scalare nelle sale di montaggio. Vi consigliamo sempre di cominciare dal basso, quindi in un escalation che vi porterà nei migliori centri di doppiaggio per fama. La professionalità in questo caso è molto importante, proprio per questo, per una formazione completa, servirà fare tanta carriera. Cercate di non rifiutare mai i lavori più piccoli, scoprirete come anche la più piccola esperienza accrescerà la vostra carriera.

Quando guadagna un doppiatore professionista?

Come per tutti i lavori che inquadrano i liberi professionista, la scelta della carriera del doppiatore può essere molto costosa. Difatti richiede corsi non differentemente costosi. Anzi, è spesso un investimento di denaro difficile da gestire. Inoltre, una volta finiti gli studi bisognerà cominciare a fare gavetta. Ma lo stipendio del doppiatore è il tipico stipendio di un dipendente con partita iva. Spesso si parla di compenso doppiatore, anziché stipendio perché la somma dipende dalle ore di lavoro (che possono arrivare anche a 9 in un giorno) con le righe recitate. Perciò è difficile rispondere a questa domanda, ma è da valutare anche in base alla popolarità del professionista chiamato a recitare.

Posposta: naturalmente, per informazioni più dettagliate, consultate i siti di scuole di doppiaggio chiedendo informazioni.

Cliccate qui: Canale Telegram di Business Economia Disponibile ad ulteriori informazioni con picciarielloantonio@gmail.com oppure @Apiccia

1Shares

1 Comment

Comments are closed.