Come diventare naturopata: ecco come fare

Come diventare naturopata: ecco come fare

Il Naturopata è una delle professioni emergenti che in molti pazienti consultano per trovare rimedi naturali e omeopatici a problemi meno gravi

Naturopata
Fonte: Pixabay

Attraverso metodi totalmente naturali e provenienti dalla natura, il naturopata è un operatore in laureato in Discipline Bio-naturali che attraverso molteplici tecniche naturali, cura il lato di salute attraverso il benessere di una persona, ma basandosi sulle caratteristiche costituzionali. Il naturopata lavora dunque attraverso la medicina omeopatica che, affiancata a quella tradizionale, porta a risultati più celeri attraverso la cura di mente corpo ed emozioni. Andiamo ad approfondire tale professione.

Cosa fa un naturopata

Il naturopata muove le sue diagnosi attraverso 3 livelli principali. Innanzitutto, valuta lo stato di benessere globale dell’individuo valutandone disturbi emotivi e sensazionali. Quindi elabora trattamenti specifici personalizzati a base di trattamenti erboristici e rimedi naturali. Ma in cosa consistono tali rimedi naturali? Ad esempio se si presentano problematiche a livello gastrico, assieme a cure a base di erbe, viene illustrata anche un’educazione su un’alimentazione più equilibrata, secondo stili di vita secondo natura e attraverso integratori fito nutrizionali. Se le problematiche sono a livello muscolare, ovviamente ne rientrano rimedi che spronano a migliorare la tensione muscolare, nonché attraverso massaggi o trattamenti specifici per il problema. In ogni caso, il naturopata può curare l’aspetto delle malattie meno gravi curando prima lo stato emotivo.

Come si diventa naturopata

Esistono molteplici percorsi che possono formare un naturopata in Italia. Sebbene già all’estero è una figura molto più pronunciata e prevede formazioni più approfondite, nel Bel Paese esistono dei percorsi base formativi e didattici che sono comunque in linea con gli standard formativi, nazionali ed europei. Spesso una base di una laurea c’è sempre, in cui si richiede una laurea di scienze infermieristiche oppure di scienze erboristiche. Tuttavia, esistono corsi triennali di studi, fatti anche di tirocini e stage, per conseguire le competenze necessarie allo svolgimento del naturopata professionista. Ad esempio esiste l’istituto Rudy Lanza, il primo esponente di Naturopatia in Italia, che ha fondato una scuola di naturopatia. Nell’istituto vengono insegnati l’approccio olistico, l’apprendimento delle varie tecniche (dall’iridologia all’aromatologia e fitoterapia), fino alla deontologia del medico e tutte le conoscenze che bisogna avere per trattare con i pazienti. Alla fine di questo percorso viene assegnato un attestato certificandosi per operare in naturopatia.

Come lavorare come naturopata

Una volta ottenuto l’attestato servirà cominciare a farsi conoscere. Purtroppo la naturopatia in italia è ancora poco diffusa, sebbene grazie al lavoro della Federazione Nazionale Naturopati Professionisti, giornalmente si arriva ad un passo in più verso la diffusione totale, della figura professionale emergente. Dunque è normale che tale professione faccia più fatica ad espandersi, ma bisogna, come in tutte le professioni di libero professionista, farsi conoscere. Attraverso i social ad oggi risulta più facile. Infatti è possibile fare anche delle sedute di prova per pazienti in cura. Naturalmente di base occorrerà aprire il proprio studio, quindi scegliere colleghi o comunque affiliati medici o operatori sanitari a quale chiedere di pubblicizzare. Può essere anche utile chiedere di praticare sedute gratuite giornaliere o settimanali presso erboristerie o parafarmacie. In questo modo si potrà far conoscere la propria professione anche al di fuori del proprio ambito.

Cliccate qui: Canale Telegram di Business Economia Disponibile ad ulteriori informazioni con picciarielloantonio@gmail.com oppure @Apiccia

1Shares