Contratto di apprendistato: cos’è? Cosa comporta?

Contratto di apprendistato: cos’è? Cosa comporta?

Il contratto di apprendistato viene effettuato nelle casistiche differenti con periodo di formazione iniziale. Spesso è un lavoro molto vicino ai giovani

Contratto di apprendistato
Fonte: Pixabay

Il contratto di apprendistato è un modulo di contratto con formazione iniziale, che si permette di avvicinarsi molto ai giovani. In questo caso consente di approcciarsi al mondo del lavoro mediante una formazione professionale, che spesso si colloca con un contestuale periodo di studi. Al termine di tale formazione, è possibile anche avere un contratto a tempo indeterminato.

Cos’è il contratto di apprendistato

Nel momento in cui vengono inseriti in impresa, i giovani hanno un corso di qualifica professionale o di alta formazione. Tale contratto può diversificarsi in più frangenti, come il contratto per qualifica professionale. Apprendistato personalizzante e apprendistato di alta formazione. Naturalmente ogni apprendistato si diversifica a seconda dell’entità dell’assunzione, ma la più impiegata è l’apprendistato professionalizzante. Perché può essere impiegata da aziende private.

Cosa comporta il contratto di apprendistato

Il contratto di apprendistato deve contenere il piano formativo individuale e il progetto formativo, la prestazione da svolgere, la durata del periodo di formazione. Nonché l’inquadramento iniziale e finale. Infine, la qualifica che l’apprendista conseguirà al termine del contratto. Le tutele previdenziali, inoltre, può fornire, l’assistenza nel caso di infortunio, un congedo matrimoniale, assegni per il nucleo famigliare, assistenza sanitaria nonché indennità di disoccupazione, maternità e cassa integrazione.

Contratto di apprendistato: i vantaggi

Da premettere che sono molte le aziende e società che scelgono di effettuare i contratti di apprendistati soprattutto per sgravi fiscali e non solo. l’azienda che ricorrere all’apprendistato può beneficiare di contribuzione agevolata pari al 10% della retribuzione; la deducibilità delle spese e dei contributi della base imponibile; il taglio del costo del lavoro degli apprendisti, operato mediante un sotto inquadramento di 2 livelli. Mentre per i due apprendistati duali, quelli finalizzati all’acquisizione di titoli e qualificazioni del sistema educativo, la retribuzione dell’apprendista non contempla l’orario di formazione esterna, ma solo interna. Ù

Post contratto di apprendistato

Nel momento in cui termina il contratto di apprendistato è possibile avere due decorsi. Il primo, la recessione con preavviso, di entrambi le parti coinvolte, una volta raggiunta la conclusione del periodo di prova. Nel frattempo è possibile anche venire licenziati durante il periodo di apprendistato. Il motivo riguarda la giusta causa, rappresentata da un comportamento grave del dipendente, oppure da giustificato motivo, quando vi è un inadempimento degli obblighi contrattuali. Tuttavia può variare da caso a caso, e le dimissioni possono (al contrario) essere sempre libere.

Posposta: Questo articolo ha scopo puramente informativo. Per informazioni più precise e accurate, rivolgetevi presso la sede universitaria più vicina.

Cliccate qui: Canale Telegram di Business Economia
Disponibile ad ulteriori informazioni con picciarielloantonio@gmail.com oppure @Apiccia

2Shares