Pilates: tutti i possibili esercizi da fare a casa

Pilates: tutti i possibili esercizi da fare a casa

Tale allenamento comporta tantissimi esercizi che mirano alla tonificazione del muscolo, concentrando in movimenti lenti e priva di cardio

Pilates
Fonte: Pixabay

Il pilates è uno degli allenamenti più ritrovati degli ultimi tempi. È la scelta migliore per chi vuole tonificare e perdere peso, in assenza di cardio fitness. Difatti può essere molto utile anche per rafforzare il muscolo e renderlo più tonico. Inoltre, c’è da dire che è un allenamento che trae radici fin dall’antichità.

Com’è nato il Pilates

Questa tipologia di fitness prende il nome dal suo creatore Joseph Pilates, divenuto dopo la guerra allenatore di ballerini e sportivi. Il percorso fatto da tale studioso tedesco era molto approfondito. La vita di Joseph Pilates è stata in realtà molto appesantita da alcune malattie infantili che l’hanno fatto crescere indebolito. Tuttavia, nel corso dell’adolescenza migliorò e si rafforzò attraverso lo sport. Fu proprio questo che gli diede la spinta per approfondire il rafforzamento muscolare. Difatti, lo studioso ha fatto riferimento a discipline antiche come lo Yoga o Do-in (Giappone) per giungere al suo metodo. Da lì diede vita alla contrologia, con riferimento al metodo che incoraggia la mente a controllare il muscolo.

Caratteristiche del Pilates

Innanzitutto, c’è da dire che il lavoro del pilates riguarda soprattutto la ginnastica posturale. Ad esempio, sia la schiena che la colonna vertebrale al fine di effettuare una rieducazione posturale. In particolare, gli esercizi di Pilates fanno acquisire una coscienza del corpo, attraverso il respiro e l’allineamento della colonna vertebrale. I movimenti mirano a rinforzare i muscoli del tronco per alleviare il mal di schiena. Più precisamente si parla di power house, vale a dire tutti i muscoli connessi al tronco:l’addome, i glutei, gli adduttori e la zona lombare. I movimenti vanno a rafforzare sia le fasce muscolari più profonde, sia intorno alle pelvi.

Qualità da considerare durante il pilates

Ancor prima di iniziare a praticare pilates, occorre fare riferimento ad alcune qualità. Tra le più importanti la concentrazione che serve ad effettuare un buon movimento per ogni muscolo. La mente dev’essere supervisore per ogni singola parte del corpo. Segue il controllo, dove il movimento dev’essere appunto controllato e meditato per evitare di farsi male. Il baricentro del corpo è uno dei cardini per effettuare esercizi precisi di pilates, seguiti da fluidità che racchiude concentrazione e controllo, nonché dalla precisione. Quest’ultimo è l’apice di un buon esercizio. Dove ogni movimento deve avvicinarsi alla perfezione. La respirazione dev’essere concentrata e precisa, nonché ben controllata. Nulla dev’essere lasciato al caso ma coordinato con attenzione al fine di rendere l’esercizio in corso efficace al 100%.

Alcuni esercizi di pilates

Innanzitutto, per effettuare esercizi, occorrerà un tappetino in spugna (detto anche da Pilates). Dopodiché bastano indumenti comodi per cominciare e, possibilmente evitando anche le scarpe. Quindi, partiamo con un buon esercizio per la colonna vertebrale. Mettetevi a carponi sul tappetino e alzate in alternanza mano destra e gamba sinistra cercando di tenerle entrambe alzate ed equilibrate con la spalla per circa 5-10 secondi. Ed abbassate. Ripetete con gamba destra e mano sinistra. Questo esercizio servirà per equilibrio e colonna vertebrale da ripetere almeno per 2 serie da 16. In alternativa potete sedervi con gambe adiacenti al pavimento ma a 45 gradi. Quindi cercate di toccare con la mano destra il piede sinistro e viceversa. Muovete solo il busto, senza esagerare. Controllate il movimento e noterete come i vostri muscoli ne trarranno giovamento e saranno più distesi.

0Shares