Autogreen con motore ad acqua: il progetto di Electriq-Global

Autogreen con motore ad acqua: il progetto di Electriq-Global

In arrivo l’autogreen con motore ad acqua è stata progettata dall’azienda startup israeliana-australiana Electriq-Global, che è in attesa di effettuare i primi prototipi

Autogreen con motore ad acqua
Fonte: Pixabay

Utilizzando zero emissioni e un motore ad acqua, l’autogreen del futuro è stata presentata dalla startup israeliana-australiana Electriq-Global, che durante gli inizi di novembre ha reso nota la sua invenzione. Il motore porterebbe ad emissioni zero, ma potrebbero venire testati su strada dal 2019, utilizzando un combustibile fatto dal 60% di acqua.

L’autogreen sostenibile ed economica

Il motore già pronto per essere testato, promette una performance ottimale e assolutamente funzionale. Secondo l’Electriq-Global, un pieno potrebbe costare attorno ai 25 dollari, permettendo tuttavia una percorrenza molto ampia e fulminea di quasi 1000 chilometri.

Per chi è un conoscitore di motori ed auto, sa che sono distanze nettamente superiori rispetto a quelle raggiunte da molti veicoli green in commercio. La batteria inoltre sopporta anche 320 km per ricarica.

L’attesa dell’autogreen con motore ad acqua e i prossimi test

Naturalmente, con il suo motore, l’azienda potrebbe diventare un’ottimo competitor, soprattutto per le auto elettriche recentemente uscite, la Tesla. Il veicolo Model S, infatti, riesce a coprire più di 500 km attraverso una ricarica di pochi minuti.

Dunque le aspettative per l’arrivo dei test sono molto alt, ma bisognerà attendere i primi prototipi per le prestazioni reali. Secondo gli esperti, il modello potrebbe variare da veicolo a veicolo. Ad oggi però, l’azienda non ha ancora stretto nessun contatto.

Stazioni di rifornimento dell’autogreen con motore ad acqua

Nel frattempo c’è chi guarda avanti oltre i progetti: come e in quale modo si potrebbero sviluppare le prossime stazioni di rifornimento che potrebbero rendere accessibili i combustibili? In quale modo è possibile svilupparlo?

La società startup, ha spiegato come le stazioni di servizio che forniranno “l’Electriq-Fuel” pomperanno il carburante nel veicolo e al contempo rimuovendo tutti i liquidi utilizzati e oramai non più ottimali per carburare il veicolo. Tuttavia, ogni distributore, potrebbe cominciare a decidere se attrezzarsi per accogliere la nuova tecnologia. In questo modo, ogni dettaglio, potrebbe portare al successo o al degrado commerciale del nuovo prodotto.

3Shares