Business plan per poter aprire un party shop

Business plan per poter aprire un party shop

Aprire un party shop non solo richiede conoscenze nel settore, ma anche la possibilità di avere a disposizione oggetti unici per feste ed eventi

aprire un party shop
Fonte: Pixabay

Aprire un party shop, vale a dire un negozio specializzato nella vendita di articoli per feste e eventi, viene spesso considerata una delle idee imprenditoriali di successo poiché può portare ad una vendita di prodotti innovativi molto richiesti. Ad oggi sono pochi, in effetti, i negozi di questo tipo, ma con un capitale iniziale modesto, potrete aprire un’attività con prospettive di guadagno interessanti.

Come iniziare per aprire un party shop

Innanzitutto bisogna valutare bene se avviare un’attività in franchising o in proprio. Certamente con un azienda ben ancorata al settore si avranno a disposizione alcune facilitazioni. Tuttavia, trattandosi di un’attività che non richiede competenze specifiche, il punto sarà solo utilizzare un investimento inizialmente modesto. Solitamente aprire un locale commerciale, richiede un budget minimo di 10mila euro, in locali non troppo grandi (30 mq).

Nel caso è possibile anche chiedere un prestito o un finanziamento presso le banche. In questo modo sarà possibile cominciare dal basso, ma anche in maniera precisa.

Aprire un party shop: burocrazia e locale

Dopo aver preso un prestito, e dopo aver scelto il locale, dovrete cominciare a dedicarvi alle pratiche burocratiche. Solitamente non vi è molta differenza, ma vale la pena chiedere al comune o ad un contabile quali procedure attuare per aprire un locale. Dopo la partita Iva, bisogna dichiarare l’inizio di attività presso il proprio comune e effettuare l’iscrizione presso la camera di commercio al registro delle imprese.

Quindi è ora di pensare ad un locale: dopo aver curato l’impianto elettrico, idraulico e di areazione, affidatevi ad un designer d’interni per poter arredare il locale. Dovrà essere “festoso”, dare l’idea di agio e soprattutto di famigliare. Dopodiché sarà il momento di curare le forniture.

Aprire un party shop: i fornitori

Sebbene nel franchising i fornitori sono spesso offerti dalla stessa azienda (una facilitazione in più), in proprio è necessario contattare i produttori all’ingrosso. Solitamente ne esistono in tutte le città, di vari e molteplici, che possono fornire materiali per eventi o feste.

Quindi contattateli per farvi avere tutto quello che vi serve: palloncini, vettovaglie, particolari per eventi, festoni, ecc. Cercate così di fare anche accordi con i produttori in modo da acquistarne un tot ogni periodo a prezzi scontati.

Aprire un party shop: come procedere

Quando avrete terminato il locale e disposto tutta l’oggettistica, siete pronti per aprire la vostra impresa effettuando un’inaugurazione. Quale modo migliore di effettuarla con una festa? Naturalmente dovrete utilizzare tutto quello che potete per disporre il vostro materiale per rinfresco, vettovaglie, festoni ecc. Realizzate eventi social e invitate tutti coloro che possano essere interessati. In questo modo, attraverso una festa, realizzerete anche una specie di auto pubblicità.

Dopodiché tenetevi aggiornati: offrite i vostri servizi per matrimoni, sagre, feste cittadine e quant’altro. In questo modo di farete conoscere e cercherete di essere sempre presenti anche nelle manifestazioni cittadine attirando anche più clienti.

Posposta: il vademecum è a scopo esplicativo. Rifornisce solo informazioni indicative. Per informazioni meticolose consultate professionisti del settore.

2Shares